venerdì 18 luglio 2014

Bottega dell' Artigiano - made in Italy con passione

 photo 0dee0074-fdd1-4031-bf13-a31d1a986904_zps4e29f8a1.jpg

Nonostante il clima un pò ballerino, siamo in estate!
Quest'anno tornano le esclusive flat shoes di Bottega Dell’Artigiano, brand romagnolo che, da più di dieci anni, unisce l’originalità dei modelli proposti con la qualità e comodità di un prodotto artigianale Made in Italy.
Per la primavera-estate 2014 i pellami laminati sono stati lavati togliendo l’effetto lucido e demodé per far posto a tonalità dal sapore rétro. Ci sono ciabattine a listelli in oro dove il pellame a specchio si accosta al bianco o al camel, colori caldi e perfetti per le vacanze che si alternano ai modelli in baby blue dalle sfumature metal, disponibili in due versioni dal design accattivante.

 photo A112241-R1-29-29_zps4e167cd3.jpg  photo A112241-R1-36-36_zps330fdc16.jpg  photo A112241-R1-03-3_zps2cd4daa2.jpg  photo 951d6f56-76ba-4517-ac15-6abc8d837689_zpsfeace2e7.jpg

Non mancano poi le nuove flat dal platform spesso e originale e tanti modelli luminosi per la sera.
 photo A112243-R1-15-15_zps0f023589.jpg

Una collezione estremamente varia e tutta da scoprire, tra infradito dalla base specchiata con dettagli animalier, sandaletti dal comodo mezzo tacco in color block rosso e verde e chiusura dorata, fino ai più complessi modelli intrecciati in cuoio dal gusto etnico.
Queste belle e comode creazioni artigianali mi fanno pensare a lunghe passeggiate sulla nostra riviera, le trovo estremamente adatte ad abbinamenti con capi retrò ma anche con capi attuali.
 photo A112243-R1-10-10_zps8628e1c8.jpg

Modella d'eccezione l'eclettica Francesca Crippa, adorabile nel suo stile d'altri tempi.
 photo A112241-R1-14-14_zpsd7912c04.jpg  photo A112243-R1-25-25_zps98296da9.jpg

Potete seguire La Bottega dell'Artigiano anche su Instagram @bottegadellartigiano.

mercoledì 25 giugno 2014

Baci da... Cartoline dall' Italia

Vi siete mai chieste cosa fanno gli abitanti d'oltralpe, i nostri cugini "nordici",
durante i mesi invernali, chiusi nei loro cappotti, cappelli di lana, guanti imbottiti, calzini a rombi, mentre sorseggiano una tisana calda o del vin brulè (anche vodka all'occorrenza)?
Aspettano che arrivi l'estate! E aspettano di trascorrerla in Italia, naturalmente!
Se in passato la meta prediletta era la Riviera Romagnola, da alcuni anni va per la maggiore
il Sud del nostro bel paese.
Ecco un video dello scorso anno, che ho trovato molto simpatico:
uno dei due Kings of Convenience si diverte (e si è stabilito a vivere) in Sicilia.
Si è lasciato alle spalle il grigiore invernale, sorride balla e canta in italiano
grazie alla dieta mediterranea.

 photo ErlendOye_zps8ea00da8.jpg

E voi, dove trascorrerete quest'anno le vacanze estive?

giovedì 3 aprile 2014

eLai London

Ho scoperto la nuova collezione primavera/estate 2014 Back in time di eLai London e me ne sono subito innamorata.
Colori delicati, pastello, si abbinano perfettamente a colori accesi, in un contrasto accattivante;
lo stile è fresco e malizioso perfetto per una donna un pò ballerina - un pò Lolita - un pò retrò, tra sorbetti e frutta estiva!

 photo Bonbon_1resized_zpsdca44f00.jpg  photo Peterpan_collar_pinkresized_zps2f3d040f.jpg  photo Sheer_PJ_pinkresized_zpsf7cd3e9c.jpg  photo Pez_1resized_zps1417b50b.jpg  photo Pez_2resized_zpsa3731be2.jpg  photo Pixie_blueresized_zps8ac1689f.jpg  photo Toddy_1resized_zps8ec70209.jpg  photo Pixie_pinkresized_zps3acc6ac4.jpg

domenica 23 marzo 2014

LAZZARI springtime

 photo LazzariSpring201403_zps2b3b3602.jpg

La primavera 2014 di Lazzari è un viaggio dell’immaginazione che avviene in un set colorato e popolato di oggetti in cartoncino. Non è mai troppo tardi per partire, preparate la valigia!

 photo LazzariSpring201410_zps36611117.jpg In una sorta di isola che non c’è, il pericolo si trasforma in divertimento e spensieratezza: squali che si trasformano in tasche, o che formano un colletto... no more drama!
Adorabili i tessuti stampati con gelati anni ‘80 e gattini Devon Rex.
La forma geometrica del crop top in cotone popeline si accompagna perfettamente alla delicatezza delle gonne in maglia jacquard, mentre seta, seta crêpe de chine e piqué di cotone definiscono abitini abbottonati e impreziositi in qualche modello da pois ricamati. Il tessuto tecnico neoprene rende le gonne strutturate ma morbide allo stesso tempo.

 photo LazzariSpring201413_zps1ed9a118.jpg  photo LazzariSpring201412_zps9ea0d6e4.jpg

E se piove? Nessun problema: la ceratina gialla rallegrerà le giornate uggiose.

 photo LazzariSpring201415_zps0fcb6c46.jpg  photo LazzariSpring201401_zpsab1ab0f3.jpg  photo LazzariSpring201417_zps07a976b3.jpg  photo LazzariSpring201420_zps1c0b1a92.jpg

Borse e calzature dalle tinte delicate e dallo stile retrò completano la collezione.
Lazzari nasce dall'amore per il tessile e il fatto a mano, tutto è curato nei minimi particolari;
il made in Italy c'è e si vede, continuiamo a sostenere lo stile e la qualità italiana!
Seguite le novità Lazzari su Facebook e sul delizioso profilo Instagram.

 photo LazzariSpring201405_zpsbf767000.jpg  photo LazzariSpring201407_zps67c595bb.jpg

giovedì 6 marzo 2014

Lora Lamm

 photo lamm_08bis_zpse5775c3d.jpg

Come si può riassumere il concetto di creatività al femminile?
Grazia, delicatezza, ironia, colore... tutto questo è nella grafica di Lora Lamm.
Nata in Svizzera, da giovanissima iniziò a lavorare dapprima alla Motta, per poi passare alla direzione artistica della Rinascente.
In una Milano di un'Italia in inizio di Boom economico, ma dove nel lavoro era presente un forte maschilismo,
Lora riuscì a farsi spazio con i suoi manifesti pubblicitari gioiosi e stravaganti, mescolando all'illustrazione la tipografia, con un approccio giocoso e sperimentale.

 photo 01-0891bis_zps822be8e9.jpg  photo 71-0542bis_zps7748a2c6.jpg  photo 71-0492bis_zpsb27f3f9c.jpg  photo lamm_02bis_zps9e0278d5.jpg  photo 71-0488bis_zpsab555268.jpg  photo 71-0522-1bis_zpseac52350.jpg  photo 71-0546bis_zpscf08949a.jpg

Lavorò anche per la Pirelli e l'Olivetti, il suo stile inconfondibile è oggi quanto mai attuale.
Noto con piacere un ritorno, negli ultimi anni, all'illustrazione degli anni '50 e '60 nonostante i prodotti e i temi trattati siano "moderni".
Ma moderno vuol dire necessariamente attuale? é attuale il moderno?
Lascio a voi i commenti!

 photo A-LAMM-125bis_zpse2a82c4d.jpg  photo 002bis_zps9053f723.jpg  photo 001bis_zps2e5620ec.jpg

sabato 23 novembre 2013

L'invitation au voyage

 photo 4-louis-vuitton-invitation-voyage-bowie-muse-gavras-yatzer_zps4e1a9db1.jpg

Sottotitolo: Venezia, Louis Vuitton e il Duca Bianco.
Il prestigioso marchio francese ha scelto per la seconda parte del corto L'invitation au voyage, a chiudere la campagna pubblicitaria del 2013, nientedimeno che David Bowie.
L'icona musicale, che già ha collaborato con Vuitton indossando propri capi e accessori durante sue perfomance e in alcuni videoclip musicali, ben rappresenta l'estro, la creatività, il confine tra maschile e femminile e tra l'eccesso e la semplicità della Maison.

 photo 2-louis-vuitton-invitation-voyage-bowie-muse-gavras-yatzer_zps82e49944.jpg

In questo corto la protagonista è la modella Arizona Muse, già presente nel primo episodio ambientato a Parigi.
Arrivata a Venezia a bordo di una mongolfiera, si troverà trasportata nei luoghi magici della città, per poi entrare in un palazzo misterioso dove incontrerà David Bowie che, come in un sogno, romanticamente al clavicembalo le dedicherà I’d Rather Be High (canzone presente nell'ultimo album ‘The Next Day') mentre tutto intorno si animerà una festa in maschera.
Il film crea un'allegoria del viaggiare nel tempo e ritrae la donna Vuitton come una donna che tiene il destino tra le mani, un'esploratrice moderna che con coraggio, grazia e consapevolezza si apre nuove porte verso viaggi sconosciuti. La donna aperta e pronta alla conoscenza di sè stessa.

 photo 5-louis-vuitton-invitation-voyage-bowie-muse-gavras-yatzer_zps2c22eded.jpg  photo 8-louis-vuitton-invitation-voyage-bowie-muse-gavras-yatzer_zpse10efdb8.jpg  photo 10-louis-vuitton-invitation-voyage-bowie-muse-gavras-yatzer_zps6c0eb2c7.jpg

Film Director: Romain Gavras
Photographer: David Sims
Stylist: Jerry Stafford
Hair & Make up: Paul Hanlon & Lucia Pieron

Fonte: Yatzer.com

domenica 17 novembre 2013

Sinestesia: Playful Inter-Action

 photo 1461721_564078836997003_1050830788_n_zps164ed427.jpg Fino al 5 Gennaio è in corso Playful Inter-Action, la mostra interattiva nata dalla collaborazione tra Alcantara, uno dei migliori marchi tessili made in Italy e il MAXXI, museo delle arti del XXI secolo di Roma.
Alcantara è alla sua terza mostra e per la sua realizzazione sono state coivolte due eccellenze del Design internazionale, Studio Minale-Maeda e Fabrica che hanno partecipato con istallazioni per esprimere i valori sensoriali di Alcantara.
I curatori di Playful Inter-Action Giulio Cappellini, art director di Alcantara e Domitilla Dardi,
Design Curator al MAXXI, hanno fortemente voluto questi due grandi nomi che si occupano di Interaction Design e Design di Relazione per meglio mostrare al visitatore come si passi dal design all'arte performativa: l'interazione è parte dell'opera stessa.
Si esplora la sensorialità del materiale partendo dalla sua prima caratteristica, la tattilità,
per arrivare poi al coinvolgimento degli altri sensi.
Il tema ruota intorno alla sinestesia, l'incontro dei sensi, appunto.

Il 12 novembre sono stata invitata da Alcantara all'inaugurazione della mostra ed ho avuto anche l'opportunità di incontrare gli artisti e di rivolgere loro alcune domande.
Fabrica (laboratorio creativo e di ricerca sulla comunicazione del gruppo Benetton) esplora la dimensione sonora con le opere Pendulums, una serie di sfere in alcantara che, attivate dal visitatore, creano un'interazione sonora e Shiver, un' istallazione realizzata con pannelli di alcantara ricoperti sul retro da chiodi che, al passaggio di una mano, con effetto ondulatorio, danno un effetto sonoro simile a piccoli campanelli.
I ragazzi di Fabrica con i quali mi trovo a parlare sono Jonathan, Angelo, Davide e Jhon. Le sfere di Pendulums -riprendendo l'idea del pendolo di Newton- sono dotate di un sensore interno collegato a led luminosi: toccandosi tra loro le sfere, oltre ad illuminarsi, producono dei suoni differenti. L'istallazione ben esprime armonia tra DESIGN (con forme, colori e materiale) e INTERAZIONE (con suoni e luci).
Ad un'azione (del visitatore interattivo) corrisponde una reazione, in questo caso sonora e visiva.
 photo IMG_2161_zps0df639ad.jpg  photo IMG_2142_zpsa5fd91fa.jpg  photo IMG_2141_zps3b8494c6.jpg  photo IMG_2172_zps61219616.jpg  photo IMG_2157_zpse3aca7d4.jpg
Con i ragazzi di Fabrica  photo IMG_2167_zpsb9cdbdf2.jpg  photo IMG_21692_zpsc1235760.jpg
Jonathan mi spiega che anche per Shiver l'intento è coinvolgere il visitatore utilizzando il tatto, per mezzo poi del suono arrivare all'udito: i pannelli hanno aghi sul retro che emettono suoni al movimento. L'immagine che si ha dall'esterno è una tenda, quasi un sipario, qualcosa di rilassante ma che incuriosisce e spinge a voler vedere cosa c'è "oltre". Il colore blu infonde calma e il movimento dei pannelli ricorda quello delle onde del mare.
Gli aghi creano contrasto con questa immagine anche se il loro suono è dolce.
 photo IMG_2220_zps21eaafc1.jpg  photo IMG_2218_zps84442590.jpg  photo IMG_2216_zps24401e41.jpg
Il duo Minale-Maeda lavora nell’ambito dell'universo olfattivo con Essences, Compunds, Particles privilegiando l'esperienza tattile e olfattiva.
Tre sono le fasi: comporre fiori , unire elementi per costruire una boccetta di profumo e appendere un elemento geometrico ad un'istallazione sospesa, per creare una nuvola di profumo.
Tutti gli elementi sono intrisi di oli essenziali e si è pervasi da note floreali delicate.
 photo IMG_2182_zps03f6a123.jpg  photo IMG_2181_zps223c2fdc.jpg  photo IMG_2119_zpsd67d594c.jpg  photo IMG_2118_zps502ddfe5.jpg  photo IMG_2117_zps09c48d37.jpg  photo IMG_2186_zps74efa757.jpg  photo IMG_2196_zpse76a0c9a.jpg  photo IMG_2137_zps85059b72.jpg  photo IMG_2116_zps6c6e33db.jpg  photo IMG_2136_zpsf635ae74.jpg  photo IMG_2134_zps2e0e1231.jpg  photo IMG_2185_zpsbabc76bd.jpg  photo IMG_2184_zps95299663.jpg  photo IMG_2183_zpsbf4e66fc.jpg  photo IMG_2115_zpsfc9f7309.jpg
Scherzo con Mario Minale sul fatto che si noti "lo zampino" della donna ispirata dalla famiglia in questa istallazione: i fiori e i profumi mi fanno pensare alla moglie, la designer Maeda, e la composizione degli elementi alla figlia piccolina, presente all'inaugurazione.
Il tutto rimanda all'idea di un nido dolce, accogliente, colorato e profumato.  photo IMG_2194_zps4150cbb3.jpg  photo IMG_21952_zpsdc8252e6.jpg  photo IMG_2178_zps1ae6a40f.jpg
Riordino gli appunti  photo IMG_2149_zpseec7e2e1.jpg
All'inaugurazione c'è anche Giovanna Melandri, presidente del Maxxi  photo IMG_2227_zpse892bdad.jpg
Foto: Fatima Forti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...